Elie Wiesel sarà ospite alla Camera dei Deputati per la decima Giornata della Memoria


«Mai dimenticherò quella notte, la prima notte nel campo, che ha fatto della mia vita una lunga notte e per sette volte sprangata / Mai dimenticherò quel fumo / Mai dimenticherò i piccoli volti dei bambini di cui avevo visto i corpi trasformarsi in volute di fumo sotto un cielo muto...». Ne La notte, capolavoro che pubblicò nel 1958, ha dato una delle testimonianze umane e letterarie più alte della Shoah. Elie Wiesel, grande scrittore premio Nobel per la pace nel 1986, arriverà alla Camera dei deputati il 27 gennaio, giornata della Memoria, e pronuncerà un discorso in aula davanti al presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. L' invito del presidente della Camera, Gianfranco Fini, è stato rivolto a Wiesel per celebrare i dieci anni dall' entrata in vigore della legge che ha istituito la Giornata della memoria: il 27 gennaio, giorno che ricorda la liberazione, nel 1945, del campo di sterminio nazista di Auschwitz. Tra l' altro, lo scrittore ha fondato la «Elie Wiesel Foundation for Humanity», della quale è presidente, per combattere ogni forma di indifferenza, intolleranza e ingiustizia: fu Wiesel, il 5 giugno, ad accompagnare il presidente americano Barack Obama, assieme al cancelliere tedesco Angela Merkel, in visita al campo di sterminio di Buchenwald. [Fonte: Il Corriere della Sera]


FacebookAnobiiFeed RssTwitterYou Tube

    Stampa articoloSegnala
    Maggio 2017
    L
    M
    M
    G
    V
    S
    D
    1
    2
    3
    4
    5
    6
    7
    8
    9
    10
    11
    12
    13
    14
    15
    16
    17
    18
    19
    20
    21
    22
    23
    24
    25
    26
    27
    28
    29
    30
    31

    ArchivioScrivici