Archivio

Il matrimonio che salvò una città

Paola Bisconti recensisce su Linkiesta
Il matrimonio che salvò una città

Cosa sta accadendo nella città di Pinsk? A svelarlo è il rabbino Yamferd che chiede aiuto al musicista Yiske, il simpatico protagonista del libro “Il matrimonio che salvò una città”, Giuntina Editore, scritto da Yale Strom e illustrato da Jenya Prosmitsky.

Occorre un “matrimonio nero” per debellare il colera che si è diffuso nella cittadina. Solo attraverso la promessa d’amore fatta da due orfani in un cimitero si potrà sperare nella pietà dell’Onnipotente. Al giovane Yiske appare tutto molto strano, ma nonostante ciò si adopera per cercare uno sposo a Sheyndl-Rivke, la bella fanciulla, che potrà salvare il villaggio dall’impietosa peste che vi si è abbattuta.


Lettere dalla notte

Giovanna Piazza recensisce Lettere dalla notte
del Premio Nobel Nelly Sachs sul blog Gli squadernauti.

La nostalgia (Sehnsucht) – dolore e desiderio del ritorno, tensione e 
superamento, ricongiungimento con l’origine – è il movimento che innerva le lettere. Si tratta di un tentativo di compimento che rimane irrisolto, sospeso, ed è immerso nell’incessante metamorfosi (Verwandlung) del mondo.


Lettere dalla notte

Giovanna Piazza recensisce Lettere dalla notte
del Premio Nobel Nelly Sachs sul blog Gli squadernauti.

La nostalgia (Sehnsucht) – dolore e desiderio del ritorno, tensione e 
superamento, ricongiungimento con l’origine – è il movimento che innerva le lettere. Si tratta di un tentativo di compimento che rimane irrisolto, sospeso, ed è immerso nell’incessante metamorfosi (Verwandlung) del mondo.


Lettere dalla notte

Giovanna Piazza recensisce Lettere dalla notte
del Premio Nobel Nelly Sachs sul blog Gli squadernauti.

La nostalgia (Sehnsucht) – dolore e desiderio del ritorno, tensione e 
superamento, ricongiungimento con l’origine – è il movimento che innerva le lettere. Si tratta di un tentativo di compimento che rimane irrisolto, sospeso, ed è immerso nell’incessante metamorfosi (Verwandlung) del mondo.


Lettere dalla notte

Giovanna Piazza recensisce Lettere dalla notte
del Premio Nobel Nelly Sachs sul blog Gli squadernauti.

La nostalgia (Sehnsucht) – dolore e desiderio del ritorno, tensione e 
superamento, ricongiungimento con l’origine – è il movimento che innerva le lettere. Si tratta di un tentativo di compimento che rimane irrisolto, sospeso, ed è immerso nell’incessante metamorfosi (Verwandlung) del mondo.




Pagine (57): | « Prima | « | < | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | > | » | Ultima » |
FacebookAnobiiFeed RssTwitterYou Tube
    Giugno 2022
    L
    M
    M
    G
    V
    S
    D
     
     
    1
    2
    3
    4
    5
    6
    7
    8
    9
    10
    11
    12
    13
    14
    15
    16
    17
    18
    19
    20
    21
    22
    23
    24
    25
    26
    27
    28
    29
    30

    ArchivioScrivici